Manometri industriali: cosa sono

I manometri industriali sono degli strumenti utilizzati nel campo dell’industria per la misurazione dei processi di pressione. Si tratta di oggetti facili da utilizzare, piuttosto resistenti, caratterizzati da un elemento sensibile che, quando viene sforzato da un fluido e dalla sua pressione, si deforma. L’elemento soggetto a sollecitazione può essere di diversi tipi: a molla tubolare, a soffietto, a membrana o a capsula.

Ognuno di essi può essere realizzato in diversi materiali, come, ad esempio: acciaio, lega in rame oppure, in alcuni particolari contesti, in materiali speciali. I manometri possono essere associati ad accessori di tipo elettrico o elettronico, utili al fine di indicare i livelli di pressione minima o massima oppure a dei trasmettitori che sono in grado di fornire un segnale elettrico proporzionale alla pressione; infine, è possibile che i manometri industriali vengano combinati con i separatori di pressione.

Lo scopo dell’utilizzo di un manometro, anche in campo industriale, è quello di indicare di quanto la pressione misurata è maggiore o minore rispetto alla pressione atmosferica, che è il parametro di riferimento. La pressione misurata è quindi indicata su un quadrante attraverso un indice, su un angolo di 270 gradi.

 

La scelta di un manometro industrialemanometro industriali

Le molte marche, modelli, caratteristiche e produttori mettono in difficoltà le industrie che devono acquistare manometri industriali ma non riescono a scegliere. Il primo passo è la scelta tra manometro meccanico e digitale: il secondo vanta una precisione ±0,025% dello span, diventando punto certo per effettuare una taratura. Tra le funzioni di quelli digitali c’è anche la modalità wireless, che consente di monitorare a distanza e in completa comodità e sicurezza.

Ovviamente, i manometri digitali sono anche i più costosi. Per fortuna tra i vari strumenti di misurazione industriale raramente serve un manometro così preciso e performante, quindi anche manometri meccanici o analogici possono soddisfare a pieno le esigenze di produzione.

Da notare che maggiore sarà il diametro del quadrante, maggiori saranno i sottomultipli e di conseguenza la precisione del manometro; inoltre un quadrante grande è molto comodo nei casi in cui l’operatore deve mantenere una distanza di sicurezza tale da impedire una lettura agevole della misurazione della pressione se fosse installato un manometro di piccole dimensioni.

Da non sottovalutare anche le situazioni di scarsa luminosità che non consentono una lettura agevole del quadrante: in questo caso è bene prendere in considerazione l’acquisto di quadranti illuminati.

Gioca un ruolo importante nella scelta del manometro giusto anche la temperatura dell’ambiente in cui lo stesso andrà a misurare: in presenza di basse temperature, un manometro riempito con liquido risulta essere la scelta consigliata, mentre, in caso di temperature superiori ai 60 gradi, è necessario utilizzare manometri in acciaio inossidabile, che resistono fino ad una temperatura di 200 gradi.

Infine è bene capire il settore in cui verrà utilizzato il manometro: in acqua potabile è, secondo legge, vietato utilizzare strumentazioni industriali che abbiano presenza di piombo; in caso di raffinerie e industrie farmaceutiche devono essere utilizzati manometri di processo industriale; nei processi criogenici i manometri devono misurare sia pressione differenziale che pressione di esercizio.

Ma ora vediamo alcuni prodotti e le loro caratteristiche principali, per meglio comprendere i fattori da considerare nella scelta di manometri industriali.

 

Manometro Inox serie MNSS

Nella serie MNSS sono raggruppati i manometri industriali realizzati completamente in acciaio inox, al fine di resistere a gli impianti che lavorano in gravose condizioni. Le vibrazioni vengono attenuate da un liquido, glicerina o silicone ad olio, versato all’interno del manometro stesso, realizzato a tenuta stagna. Possono avere un quadrante che va dai 20 ai 150 mm di diametro con differenti range di misura.

I manometri di questa serie fanno parte di quella strumentazione industriale utilizzata nell’industria chimica e petrolchimica ma anche alimentare e farmaceutica o dove sono presenti comunque vibrazioni meccaniche.

 

Manometro Inox solid front serie MNSS-SF

Tra gli strumenti di misura per l’industria i manometri solid-front sono tra i più sicuri. Questi infatti hanno una piastra in acciaio che, in caso di malfunzionamento o scoppio, protegge la parte frontale del manometro, dove sono riportate le misurazioni. Questi manometri industriali sono riconoscibili per la lettera S impressa sul quadrante e risultano ideali, proprio per le misure di scurezza anti scoppio, per impianti chimici, petrolchimici, farmaceutici, nucleari e criogenici.

I manometri MNSS-SF sono costruiti interamente in acciaio inox, sia per la cassa di fondo che per la parete interna divisoria, risultato sicuri per gli operatori che lavorano nelle vicinanze del manometro stesso. Il diametro della cassa varia da 60 a 150 millimetri di diametro.

 

Manometro con cassa in propilene serie MNS-CF

I manometri della serie MNSS-CF, come i precedenti classificabili in solid-front, si differenziano per la composizione della cassa, in questo caso in propilene. Questi sono progettati ed installati in tutte quelle industrie dove incidenti porterebbero gravi danni e quindi dove la sicurezza è di vitale importanza: impianti chimici, petrolchimici, farmaceutici e criogenici.

Questi inoltre sono realizzati in accordo alle normative UNI 8541, DIN 16006 ed ANSI B40.1. Sono disponibili in un’unica misura con diametro della cassa di 114 millimetri, con parete divisoria antiscoppio.

 

Manometro molla Bourdon: strumenti ad alta precisione

Il manometro Bourdon ha come elemento fondamentale una molla, detta appunto Bourdon. Questo tubo caratterizzato da un tubo ripiegato a sezione ovale molto sensibile. Il fluido genera una pressione che viene misurata dalla parte finale di una molla libera connessa ad un sistema a orologeria e ad una lancetta.

Il quadrante indica l’unità di misura della pressione in base all’uso che se ne fa del manometro industriale stesso. Questo tipo di strumentazione è maggiormente utilizzata per le industrie alimentari.